Come migliorare la propria produttività con la tecnica “pomodoro”

Aumentare la produttività è un’obiettivo fondamentale per ogni lavoratore, risulta ancora più importante se il lavoratore in questione è un freelance o un autonomo.
Aumentare la produttività infatti potrebbe significare a parità di ore lavorate aumentare i propri guadagni, o in alternativa mantenere inalterato il proprio guadagno ma abbassare le ore lavorate ed avere più tempo libero.

La tecnica del pomodoro è una tecnica ideata a fine degli anni 80 da Francesco Cirillo (qui potete trovare il sito ufficiale) e prende il nome dai timer a forma di pomodoro che andavano di moda in quegli anni.

Se ne trovano ancora in vendita su amazon, ecco un esempio:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come funziona la tecnica pomodoro

Attuare la tecnica del pomodoro è molto semplice e consiste in:

  1. Suddividere il proprio lavoro in task che si possono concludere in 25 minuti.
  2. Impostare il pomodoro timer al tempo di 25 minuti ed eseguire il primo task
  3. Concluso il task riposarsi per 5 minuti
  4. Ogni 4 task prenderti una pausa di 15-30 minuti

è fondamentale per seguire questo metodo, non fare nessun’ altra attività al di fuori del task programmato.

Di che strumenti abbiamo bisogno?

Lo strumento principale a cui non possiamo fare a meno è il pomodoro timer, ad oggi ci sono molte app che sostituiscono il timer fisico(vedi sotto).

Perchè questo tipo di tecnica porta benefici alla produttività?

Se rispettata può portare benefici per molteplici motivi:

  1. Richiede una pianificazione del lavoro: suddividere il proprio lavoro in task da 25 minuti comporta una pianificazione delle proprie attività e questo si traduce in maggiore efficienza rispetto a chi non pianifica e si lascia “trasportare” dal lavoro.
  2. Correre contro il tempo: avere un timer che scandisce il proprio tempo, diventa da stimolo nel lavoratore per concludere il task prima della fine dei 25 minuti. Riducendo di molto i tempi morti.
  3. L’importanza delle pause: pianificare anche le pause permette di mantenere un livello di “freschezza mentale” meggiore che si traduce in maggiore efficienza.

Quali errori non commettere se si approccia per la prima volta la tecnica pomodoro

Quando si approccia questa tecnica per la prima volta è fondamentale non commettere errori, altrimenti potrebbe trasformarsi in una perdita di tempo e produttività. I principali errori possono essere:

  1. Non pianificare i task in modo corretto: quando si ha l’entusiasmo di iniziare questa nuova metodologia molto spesso ci si imbatte nel sottostimare i tempi dei task. Si pianificano quindi task che andrebbero svolti in 40/50 minuti in soli 25 minuti. Questo oltre a non permettere di rispettare la “scaletta” potrebbe portare frustrazione per il mancato raggiungimento dell’obiettivo e quindi meno incentivo a continuare la tecnica.
  2. Fare altre attività non inerenti al task: cosa fondamentale è non interrompere il task per compiere altre attività. All’inizio si è portati ad interrompere il proprio task per fare altre cose come rispondere ad una mail appena arrivata o rispondere al telefono. Questo comporta un notevole aumento dei tempi di lavoro e meno efficienza. Vi consiglio di pianificare 1/2 task al giorno per fare queste attività, concentrate la gestione delle comunicazioni tutte insieme.
  3. Andare di fretta: effettuare il lavoro di fretta senza dedicarci il giusto tempo, solo per rispettare i tempi è sbagliato. Comporterebbe il dover riprendere in mano il task in un secondo momento in quanto la probabilità di aver commesso degli errori è maggiore.
  4. Non rispettare le pause: come vanno rispettati i tempi di lavoro vanno rispettati anche i tempi delle pause, aumentare o diminuire i tempi delle pause comporterebbe l’allungamento dei tempi di lavoro da un lato e la minor produttività dall’altro.
  5. Essere costanti: utilizzare questa tecnica per un’ora al giorno una volta a settimana non può portare benefici, se si vuole seguire questa metodologia va’ seguita in toto.

Tools e App utili per mettere in pratica la tecnica pomodoro

Focus to do Ios e Android App.

Focus Booster Web e mobile app.

PomoDoneApp Web e mobile app.

Marinara Timer Web app.

Qui sotto il video ufficiale che spiega al meglio la tecnica pomodoro:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi